Borelli Editore

Borelli Editore

HOME PAGEEDITORECATALOGOVARIAPIZZONEROLINKS

 
Borelli Editore
 











 
Translate this page with google
 
Lady Nadine
La GEMMA del PIACERE

CAPITOLO I

 

http://www.mondadoristore.it/ebook/Borelli-Editore/edt141128/

 

 

  Colpiva intorno ai seni, facendo sobbalzare fino a farli ricadere giù incandescenti. Nadine si rigirava e sospirava mentre la sua mano continuava a colpirla. Ogni volta lui lasciava che i seni ricadessero prima di colpirli di nuovo, in modo che il dolore bruciante si sommasse al suo tormento. Non era mai stata schiaffeggiata in quel modo. Sembrava consumarsi in un misto di dolore e piacere. Tutto il suo corpo era scosso. Strinse le cosce e sentì il sesso pulsare, quando le labbra cosparse d'olio si toccarono. I suoi capezzoli si contrassero come due piccoli noccioli duri di pietra rosa. Iniziò a mugolare, il suono era supplichevole anche alle sue orecchie. Qualcosa dentro di lei anelava Adib. Dalla sua faccia dura e bellissima lei capì che era molto eccitato e fu contenta di riuscire a sconvolgerlo fino a quel punto.

   Il mercante vicino a lei gemette di piacere quando la faccia arrossata di Nadine si rigò di lacrime. Lui si infilò nella bocca di Annette fino a che non raggiunse l'orgasmo con un gemito rauco. Un piccolo gruppo di persone si era riunito per guardare Adib mentre puniva Nadine. Lei sentiva i sospiri di piacere, i commenti alla sua bellezza. Gli spettatori indietreggiarono quando Adib si tirò da parte e abbassò le mani.

   Nadine si abbassò, si piegò sulla vita come se potesse proteggere i seni dagli sguardi. Singhiozzò senza ritegno quando il dolore caldo si diffuse. Il suo stomaco sobbalzò con la forza dell'angoscia... ma dentro di lei c'era una punta dura di eccitazione. Era spaventata da quella deliziosa sensazione di sottomissione che la sommergeva. Era più forte questa volta. Più di quando Adib l'aveva frustata davanti a Najla. Adib fece scorrere le mani sui seni rossi e frementi, stringendoli insieme e sollevandoli. Ammirava i capezzoli rosa, sulla cui punta risaltava carne più scura. C'erano mormorii di approvazione e ammirazione degli ospiti che stavano osservando. Adib rigirò le catene attaccate al collare d'oro di Nadine, in modo che lei si raddrizzasse ancora di più, costringendola a tenere il mento ancora più alto.

   "Tieni su la testa, Nadine", sibilò. "Spingi in fuori quei seni in modo che tutti possano ammirarli e tieni le gambe ben aperte... Voglio che tutti i miei ospiti godano della tua bellezza".

   Nadine si morse le labbra tremanti. Con un sospiro finale, aprì le ginocchia tirando l'inguine dolorante.



«- indietro
   Borelli Editore, Via Cardinal Morone 21 - 41100 Modena Italy - E-mail: info@borellieditore.it
Pizzo Nero-Black Lace - Pubblicazione periodica - Direttore responsabile: Gian Franco Borelli - Registrazione Tribunale di Modena n.1363 del gennaio 1997
 
Copyright © Borelli Editore P.Iva 01710830363 tutti i diritti riservati
Sito ottimizzato per Internet Explorer